Varie
I numeri di ResVet Stampa
Martedì 23 Aprile 2013 14:50

La storia di ResVet

 
Un nuovo servizio online Stampa
Venerdì 05 Aprile 2013 11:26

È online il portale dei Sistemi Informativi Veterinari nato per offrire un accesso unico alle varie fonti informative che i soggetti istituzionali, le aziende e gli operatori del settore, alimentano ed utilizzano a vario titolo.

Ogni operatore, in virtù del ruolo ricoperto all' interno del sistema e dei livelli di autorizzazione attribuiti, potrà navigare tra i diversi sottosistemi che afferiscono al portale ed utilizzare le specifiche funzionalità di aggiornamento o di consultazione, presentandosi con un unico account.

Il portale fornisce inoltre, agli utenti che accedono senza autenticazione, una serie di servizi pubblici quali news, riferimenti alla normativa vigente, informazioni di interesse, dati statistici e collegamenti ad altri siti nazionali ed internazionali coerenti con l'area.

 

Fonte: Ministero della Salute

 
Equidi NDPA e DPA, confezioni distinte Stampa
Martedì 05 Marzo 2013 11:18

Il Ministero della Salute chiarisce come dovranno essere in futuro le confezioni dei farmaci veterinari per equidi DPA e NDPA.

Nella nota ministeriale "Confezioni distinte per medicinali veterinari attualmente destinati agli equidi DPA" si evidenzia come nel 2012 “sono state richieste numerose variazioni di specie dalla categoria DPA a non DPA. Tale situazione potrebbe portare ad una inevitabile diminuzione di disponibilità di principi attivi registrati per gli equidi destinati alla produzione di alimenti (DPA), con il conseguente incremento dell’uso in deroga”.

Per questo il Ministero ha deciso che per i medicinali veterinari destinati ad equidi DPA e non DPA  le confezioni dei farmaci dovranno essere chiaramente distinguibili. Dovrà essere presentata una richiesta di nuova confezione per gli equidi non DPA nella quale potrà essere richiesto anche un nuovo regime di dispensazione.

 
Farmaco venduto dal veterinario, regole di tracciabilità Stampa
Venerdì 08 Febbraio 2013 10:12

Con la modifica dell' articolo 84 del Decreto Legislativo 193/2006, entrato in vigore con il decreto Balduzzi in novembre, il medico veterinario può consegnare al proprietario o all'allevatore di "animali non destinati alla produzione di alimenti le confezioni di medicinali della propria scorta che non sono state ancora aperte".

E cosa deve fare il veterinario per registrare i farmaci veterinari ceduti per la terapia, utile al fine della rintracciabilità del farmaco?

Ecco la risposta su Amnvi oggi

 
West Nile fever maps Stampa
Venerdì 20 Luglio 2012 11:38

Il centro europeo di controllo e prevenzione delle malattie mette a disposizione la mappa, in tempo reale, delle segnalazioni di febbre da West Nile che si manifesta nell'uomo.

Il 12/07/2012 la situazione è di 2 casi umani segnalati in Europa (Grecia) e 5 casi segnalati nelle regioni prossimali.

Qui la mappa

 
Il farmaco veterinario in Europa Stampa
Venerdì 20 Luglio 2012 11:29

Le norme che regolano la produzione, la vendita e la distribuzione del farmaco veterinario in Italia devono essere ben chiare a chi opera nel settore. Ma quali sono le politiche e le norme della distribuzione nel resto dell’Europa?

Margit Andreasen si è laureata come veterinaria alla Royal Veterinary and Agricultural University, di Copenhagen nel 1989 ed è oggi ricercatrice, Capo del Pig Research Centre (Centro di Ricerca Suini), della Danish Agriculture & Food Council.

Tra varie responsabilità, porta avanti progetti di prove cliniche di ampio raggio sull' uso di antibiotici e della resistenza. Le sue pubblicazioni e presentazini sono molto correlate con la produzione suinicola, sopratutto per quanto riguarda le patologie respiratorie, immunologia, epidemiologia, consumo di antibiotici e resistenza batteriche.

Qui potete leggere un suo articolo pubblicato su come la Danimarca sta affrontando il tema dell’uso degli antibiotici nell’ allevamento suino.

 
TGVET, il telegiornale Vet Stampa
Mercoledì 13 Giugno 2012 12:29

L' Ordine dei Medici Veterinari di Roma e Provincia investe sulla comunicazione online per aggiornare, discutere e approfondire le tematiche veterinarie.

Nasce così TGVET, un Telegiornale che verrà aggiornato settimanalmente e dove le immagini si affiancano alle notizie presenti in forma tradizionale presenti sul sito dell' Ordine.



 
Prontuario ufficiale di AISA: adesso online Stampa
Mercoledì 13 Giugno 2012 12:19

Prontuario ufficiale di AISA: adesso online

Dal 12 Giugno 2012 è ufficialmente online il prontuario ufficiale di AISA.

Lo scopo è quello di aumentare e diffondere la conoscenza dei prodotti per la cura degli animali con una fonte d’informazione immediata per favorire così la corretta prescrizione e il corretto utilizzo dei farmaci e migliorare la salute, il benessere animale e la sicurezza alimentare.

Inoltre la comunicazione sarà in tempo reale per le novità del mercato e migliorare la reperibilità dei prodotti con particolare attenzione nel favorire l’adozione di provvedimenti urgenti in materia di medicinali veterinari (modifiche degli stampati, richiami, warning).

Si rivolge a Autorità Sanitarie, medici veterinari e farmacisti (su registrazione) ma può essere parzialmente consultato da proprietari, allevatori e distributori.

 
Quando le norme non aiutano Stampa
Lunedì 04 Giugno 2012 10:43

Vendita dei farmaci ospedalieri alle strutture veterinarie: che fare?

A dimostrazione di come spesso la norma non aiuta a fare chiarezza su come procedere nella dispensazione del farmaco riportiamo il caso kafkiano riportato dall'ufficio stampa della FNOVI.

 
Uso in deroga di farmaci veterinari negli ovi - caprini Stampa
Martedì 22 Maggio 2012 12:27

Uso in deroga di farmaci veterinari negli ovi - caprini

Il Ministero della Salute risponde ad un quesito posto dalla Fnovi in merito all’uso in deroga del farmaco veterinario negli ovi-caprini.

Il quesito chiedeva al Ministero di chiarire se in merito alla somministrazione a caprini di farmaci registrati solo per ovini si ricadesse o meno, nell’uso in deroga prevedendo l’opportuna prescrizione e, in caso di risposta affermativa, se ciò valesse anche per i vaccini con tempi di sospensione zero o se, come per i bufalini le specie si potessero ritenere assimilabili per tutti i farmaci senza cadere nell’uso in deroga e applicando gli stessi tempi di sospensione.

Qui la risposta

autore:
Ufficio stampa Fnovi

 
Open Data Ministero Stampa
Martedì 22 Maggio 2012 12:19

Gli Open Data del Ministero della Salute

Con il termine Open Data si fa riferimento ad alcuni tipi di dati (informazioni, dati numerici, ecc.) che possono essere liberamente utilizzati, riutilizzati e redistribuiti, secondo le indicazioni presenti nella licenza d’uso (Italian Open Data License v1.0).

I dati aperti sono disponibili in un formato aperto, standardizzato e leggibile da un’applicazione informatica per facilitare la loro consultazione e incentivare il loro riutilizzo anche in modo creativo e a loro volta devono essere rilasciati attraverso licenze libere che non ne impediscano la diffusione e il riutilizzo da parte di tutti i soggetti interessati.

La diffusione di dati pubblici in modalità “open”, per il settore dello sviluppo di applicazioni (soprattutto quelle per il mercato mobile di smartphone e tablet: apps), rappresenta lo strumento per utilizzare agevolmente dati, anche provenienti da fonti diverse, e quindi per fornire informazioni e servizi ai propri utenti.

Tutti i dati su Farmaci, nutrizione, alimenti, veterinaria...a disposizione del pubblico sul sito del Ministero della Salute.

 
Prontuario online di AISA Stampa
Sabato 19 Maggio 2012 19:09

PRONTUARIO ON-LINE DI AISA

Durante il convegno “L’industria della salute animale come partner del marchio Made in Italy” in occasione della 12° edizione “Serata della salute animale” che si è svolto a Roma, si è presentata la situazione e lo scenario attuale, politico e produttivo, in cui opera l’industria del Farmaco Veterinario con particolare riferimento alle produzioni tipiche italiane.

Al dibattito hanno partecipato il sottosegretario del Ministero della salute, prof. Adelfio Elio Cardinale, l’on. Isidoro Gottardo, XIV Commissione Politiche Dell’Unione Europea; la dott.ssa Simonetta Bonati del Ministero della Salute; il dr. Cosimo Piccinno, Generale di Brigata dei NAS; il dr. Marco Nocetti, Responsabile Tecnico Consorzio Parmigiano Reggiano e il dr. Giulio Predieri, presidente AISA.

Dalla tavola rotonda sono emersi spunti interessanti e sono state confermate le norme in fase di revisione (decreto legislativo n. 193/2006 “Attuazione della direttiva 2004/28/CE recante codice comunitario dei medicinali veterinari”) che dovrebbe essere imminente in quanto già inserita nella Legge Comunitaria 2011.

Inoltre è stata presentata la creazione del “Prontuario on-line” un servizio divulgativo che sarà rivolto al Ministero, ai Veterinari e ai Farmacisti.

AISA con questo strumento vuole comunicare in tempo reale gli eventi che riguardano il farmaco veterinario per aiutare medici, veterinari e farmacisti ad evitare errori di prescrizione e di dispensazione, allo stesso modo intende impedire alle Autorità sanitarie di incappare in errori nell’erogazione delle sanzioni.

Il Prontuario On Line AISA potrà aiutare le industrie e le Autorità sanitarie ad operare al meglio in caso di richiamo di prodotti dal mercato. Attualmente il progetto è in fase di completamento (entro fine maggio) e solo successivamente verrà reso pubblico il sito.

 
Un medico chirurgo può redigere una prescrizione di un farmaco veterinario? Stampa
Domenica 13 Maggio 2012 11:22

Medico chirurgo che fa il veterinario...

Dal Blog del dr. Ternelli:

Oggi parliamo di una curiosità, chiestami da una collega, che ha dell'incredibile.

La sintesi della questione è: un medico chirurgo può redigere una prescrizione di un farmaco veterinario?

Il caso è di un signore che si presenta in farmacia con una ricetta bianca con prescritto il farmaco XYZ, classificato come specialità medicinale VETERINARIA. La ricetta porta l'intestazione, timbro e firma di un medico CHIRURGO.

Orbene, per rispondere sulla liceità della cosa è sufficiente ricordare che esistono 2 Ordini dei Medici:

-Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri

-Ordine dei Medici Veterinari

Continua la lettura sul post originale

 
Veterinaria e poesia Stampa
Venerdì 16 Marzo 2012 11:44

Intervista a Sara, veterinario e scrittice

Sara Centenaro è un giovane Medico Veterinario che alle sue due passioni, Medicina Veterinarie e letteratura, nel 2010 affianca l'indimenticabile amore per il teatro, entrando nella compagnia teatrale “Arlecchino” di Padova.

Inizia a scrivere poesie da bambina, già pubblicate in Mangiatore di pietra (ed.2010, SBC) e Crisalidi frammenti (ed.2011, Aletti) e nel 2012 uscirà probabilmente con una nuova silloge poetica.

Ha partecipato al premio Barbatella nel 2008, nella sezione “Poesia Master”, ricevendo il secondo premio e nel 2010 ha vinto il primo premio al concorso “II Bene Comune” di Santa Giustina in Colle, suo comune di residenza. Nel 2011 riceve il terzo premio per libro edito al concorso di Poesia e Narrativa "Val di Magra R. Micheloni" con il libro “Mangiatore di Pietra”.

Nella vita quotidiana Sara è un medico veterinario che cura i piccoli animali in ambulatorio e partecipa alla gestione della sicurezza alimentare lavorando come dipendente per un'azienda che produce mangimi per la zootecnia. Abbiamo incontrato l'autrice per approfondire il lato letterario della scienza.

Leggi tutto...
 
Speciale veterinaria Stampa
Domenica 11 Marzo 2012 09:39

UTIFAR dedica uno speciale alla Veterinaria in farmacia

L’ Unione Tecnica Italiana Farmacisti (UTIFAR) è una libera associazione senza fini di lucro che, con oltre 1600 farmacisti iscritti, da oltre 50 anni promuove la specializzazione tecnico professionale del farmacista, per difendere gli interessi etici, culturali ed economici del farmacista.

Nella rivista “Nuovo collegamento” pubblicata a marzo, Utifar dedica uno speciale alla veterinaria in farmacia, per fare il punto della distribuzione e della vendita del farmaco veterinario in Italia, mettendo a confronto veterinari e farmacisti.

Apre lo speciale Anna Beatrice Ciorba, medico veterinario e dirigente presso il Ministero della Salute per la sicurezza degli alimenti e della nutrizione, facendo il punto della veterinaria oggi. Si continua con un articolo di approfondimento sul marketing e le modalità di vendita in farmacia e si conclude con un’ intervista al dr. Pietro Siciliano, farmacista esperto in preparazioni galeniche veterinarie.

Spunti interessanti di riflessione soprattutto alla luce delle novità che il decreto liberalizzazioni ha apportato per la distribuzione del farmaco veterinario, dove anche le parafarmacie potranno vendere il farmaco veterinario.

L’articolo: Speciale Veterinaria

 
Distribuzione del farmaco Stampa

Distribuzione del farmaco: la norma non sempre è chiara

Può un farmacista spedire un farmaco veterinario se non ha la ricetta veterinaria in originale ma solo il fax?

Il problema è sicuramente di interesse sia per i medici veterinari che per chi opera nella distribuzione del farmaco veterinario nel rispetto delle esigenze terapeutiche e di operatività sul territorio.

Ecco perché l'Ordine dei Farmacisti di Torino ha scritto una nota ai grossisti del Piemonte chiedendo di fare chiarezza, con il parere del Ministero della Salute, su una "prassi invalsa presso alcuni grossisti autorizzati alla vendita diretta in base all'articolo 70, comma 2 dei Dlgs 193/2006 di procedere alla dispensazione dei medicinali veterinari assoggettati a ricetta non ripetibile in triplice copia di cui all'art. 76, commi 3, 5, e art. 77 del Dlgs 193/2006 in seguito a presentazione non di una ricetta in originale, bensì di una sua copia inviata a mezzo fax".

Fonte @mvioggi

 
Uso responsabile degli antibiotici Stampa

MANUALE DI BIOSICUREZZA

Il Ministero ha elaborato un Manuale divulgativo sulla Biosicurezza e l’Uso responsabile degli antibiotici in allevamento, con Linee Guida generali che prendendo in considerazione documenti elaborati a livello europeo e si incentra su 3 tipologie di allevamento (suini, polli, conigli) che si considerano a rischio maggiore.

 

 

 
Codice di Allevamento: è sempre obbligatorio? Stampa

Il farmacista deve verificare, nella ricetta in triplice copia destinata ad animali da reddito, che il medico veterinario abbia riportato il codice alfanumerico di allevamento.

Il medico veterinario, quando prescrive un farmaco destinato ad animali da reddito in triplice copia, deve sempre riportare il codice di allevamento.

Ma è sempre obbligatorio?

Come si fa se un allevamento è per "autoconsumo" e non ha il codice di allevamento?

Il quesito trova risposta leggendo qui: FNOVI 

 
Nuovo database strutture veterinarie Stampa

Prende avvio da gennaio 2012 la fase di inserimento dei dati a cura dei medici veterinari titolari e delle pubbliche amministrazioni sulla piattaforma www.struttureveterinarie.it in collaborazione con ANMVI e il patrocinio del Ministero della Salute.

In questa prima fase il database non è ancora visibile al pubblico, ma lo sarà al più presto. Pertanto ciascun titolare/ente è invitato a iscriversi nel nuovo database dove potrà indicare la localizzazione della propria struttura e delle strutture private e dove potranno indicare i servizi offerti.

Le credenziali di accesso sono riservate a medici veterinari.

Il database, che raccoglierà le strutture veterinarie pubbliche e private, sarà consultabile dai cittadini sul web sui pc, sui tablets, sugli smart phone che supportano i sistemi iPhone e Android e su tutti i navigatori satellitari.

Il progetto già presentato al Ministero della Salute si qualifica come servizio di pubblica utilità, a costo zero per le strutture aderenti e per gli utenti.

 
Farmaci nella carne Stampa

FENILBUTAZONE NELLA CARNE DI CAVALLO ESPORTATA DAGLI USA

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista “Food and Chemical Toxicology”, le misure intraprese negli USA, per garantire che i cavalli trattati con il fenilbutazone siano esclusi dalla catena alimentare, sono inadeguate.

In Italia, i farmaci veterinari che contengono “fenilbutazone”, principio attivo ad attività antinfiammatoria, vengono utilizzati negli equidi non destinati alla produzione di alimenti per il consumo umano, e vengono dispensati, da febbraio 2011, soltanto dietro presentazione di ricetta medico-veterinaria ripetibile.

Qui la notizia completa.

 
Il nostro Grazie Stampa

Lo staff di ResVet non può che dire GRAZIE per la stima che ci avete dimostrato.

Nel 2011 questo sito è stato visto da 15.500 visitatori, con 19000 visite provenienti dall’Italia e da 65 paesi nel mondo.

La banca dati dei farmaci e l’elenco delle Asl veterinarie sono le funzioni più utilizzate.

In particolare la banca dati è uno strumento molto utile per i farmaci nuovi : Filarive, Therios compresse, Exitel Plus compresse sono i farmaci con il maggior numero di visite, tutti farmaci nuovi del 2011.

Molte visite anche per “Appuntamenti” e “Notizie in evidenza” dove le notizia più lette sono gli “Obblighi da rispettare per la spedizione delle ricette” e le “Novità dell’ Info Day”

Il progetto è nato un anno fa con l’incontro fra Farmacisti e Veterinari che ogni giorno condividono dubbi e riflessioni nel mondo articolato e complicato della salute animale. Ma normative e notizie in continuo cambiamento spesso non coincidono con i tempi dell’aggiornamento.

Per questo ResVet ha voluto dare informazioni chiare e semplici, da visualizzare in modo rapido attraverso il web, dove chiunque può accedere liberamente.

Un portale in cui tutte le notizie sono libere da ogni interesse privato, con l’obiettivo di offrire notizie e aggiornamenti su argomenti delicati come il trattamento farmacologico, utilizzando fonti affidabili e sicure.

Da subito è stato riconosciuto come un progetto affidabile, efficiente e di grande utilità.

È presente su tutti i motori di ricerca e, con grande soddisfazione, abbiamo fra i nostri visitatori Centri Universitari, Asl, Aziende Farmaceutiche e Farmacie.

In un’ ottica di sviluppo e miglioramento molti sono i progetti per il futuro perché crediamo in un progetto di condivisione delle informazioni per migliorare la nostra professione e la qualità del servizio che offriamo.

Continuate a seguirci per conoscere tutte le novità che abbiamo in mente nel 2012: la newsletter è attiva, iscrivetevi!

Staff ResVet

 
Farmaci veterinari a confronto Stampa
Scritto da Administrator   
Venerdì 23 Dicembre 2011 09:33

CONFRONTO SUL FARMACO VETERINARIO – MANGIMI MEDICATI

Il 16 dicembre scorso, presso la sede dell’AIA a Roma, si è svolto il “1° incontro di filiera integrata sul farmaco veterinario, con la partecipazione di FNOVI, AIA, AISA, ANAS, ASSALZOO e AVITALIA.

Maggiori dettagli al seguente link: Fnovi

 
Importazioni farmaci veterinari Stampa

Importazione parallela di medicinali per uso veterinario

È stato pubblicato in gazzetta ufficiale n. 270 del 19 novembre 2011 il procedimento per l’ autorizzazione all'importazione parallela di medicinali per uso veterinario.

L’importatore che richiede l’autorizzazione al commercio di un medicinale veterinario già autorizzato in Italia a favore di un altro titolare, e importato da uno Stato membro dell’ Unione Europea in cui è stato autorizzato, dovrà presentare al Ministero della Salute una specifica domanda corredata da una serie di informazioni.

Il Ministero, dopo aver verificato la sussistenza dei requisiti necessari, rilascia l’autorizzazione corredata degli stampati approvati entro trenta giorni dalla presentazione della domanda.

 
Ricette che non si accettano Stampa

Ricette veterinarie con farmaci per uso umano

Cosa deve fare un farmacista se arriva una prescrizione per un cane/gatto (o altro animale da compagnia) con del Protopic unguento?

Il Tacrolimus è un farmaco con caratteristiche simili alla ciclosporina, ma è molto più potente a parità di volume. In commercio è presente anche usato in preparazioni topiche per il trattamento di gravi dermatiti con il nome di Protopic unguento.

Protopic è un farmaco ad uso umano soggetto a ricetta non ripetibile LIMITATIVA, ovvero può essere prescritto solo da specialisti (medici chirurgi) pertanto la ricetta non potrà essere accettata perché:

  • il Veterinario non può MAI redigere ricette con farmaci ad uso umano con ricetta limitativa intestate direttamente ad un animale;
  • il Farmacista non può MAI accettare e spedire ricette veterinarie destinate ad animali se il farmaco è per uso umano limitativo.

Il Veterinario potrà invece approvvigionarsi, per scorta propria, con farmaci ad uso umano e uso umano soggetti a ricetta limitativa solo tramite Ricetta Veterinaria Non Ripetibile in Triplice Copia.

 

 

Tratto dal blog del Dr. Marco Ternelli

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2