Farmaci nella carne Stampa

FENILBUTAZONE NELLA CARNE DI CAVALLO ESPORTATA DAGLI USA

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista “Food and Chemical Toxicology”, le misure intraprese negli USA, per garantire che i cavalli trattati con il fenilbutazone siano esclusi dalla catena alimentare, sono inadeguate.

In Italia, i farmaci veterinari che contengono “fenilbutazone”, principio attivo ad attività antinfiammatoria, vengono utilizzati negli equidi non destinati alla produzione di alimenti per il consumo umano, e vengono dispensati, da febbraio 2011, soltanto dietro presentazione di ricetta medico-veterinaria ripetibile.

Qui la notizia completa.