Progetto Esvac Stampa

RESISTENZA ANTIMICROBICA E PROGETTO ESVAC

Il progetto ESVAC (European Surveillance of Veterinary Antimicrobial Consumption), lanciato nel 2009 dall’EMA su richiesta della Commissione Europea è uno strumento importantissimo indirizzato alla raccolta dei dati relativi all'uso degli antibiotici, per stabilire delle misure che garantiscano un uso responsabile.

All’Info Day 2011, la dottoressa Alessandra Perrella (Ufficio IV, ex DGSA) ha illustrato lo stato dell’arte del progetto e le future iniziative, tra le quali l’invio dell’ESVAC data collection form (modulo che richiede i dati di vendita degli antibiotici) da parte del Ministero della Salute ai titolari di AIC.

L’antibioticoresistenza è un problema su cui l’Europa da anni si sta interrogando.

Si stima che il 90% degli antibiotici somministrati agli animali finisca nell’ambiente e la resistenza si diffonda direttamente o per contatto o indirettamente attraverso l’acqua, l’aria e la catena alimentare.

Questo ha comportato una maggior difficoltà nel combattere le infezioni antibiotico resistenti che negli anni sono sempre più frequenti (ad esempio, solo negli USA, i costi legati a questo fenomeno si aggirano attorno ai 28 miliardi di dollari all’anno).

Per approfondire:

slide dr.ssa Perrella