Registrazioni e annotazioni in allevamento Stampa
Venerdì 20 Luglio 2012 10:48

Registrazioni ed annotazioni in allevamento

di Andrea Setti.

Il medico veterinario che opera nell’allevamento suino, ogni qual volta prescrive od esegue un trattamento, è tenuto a registrare tutta una serie di dati in appositi registri.

Tali adempimenti prevedono diverse formalità, a seconda che l’allevamento sia autorizzato, o meno, alla detenzione delle scorte di medicinali veterinari. Va, poi, precisato, che per quanto riguarda i trattamenti con mangimi medicati, oltre alle formalità prescrittive, l’attuale impianto normativo prevede l’obbligo dell’annotazione nel registro dei trattamenti terapeutici in allevamento. Tale obbligo discende direttamente dall'art. 15 comma 1 del D. Lgs. N° 158/2006:

“Art. 15. - Registrazioni da effettuare a cura dei veterinari

1. Il veterinario che cura gli animali annota, su un registro tenuto nell'azienda diverso da quello di cui all'articolo 4, comma 3, la data, la natura dei trattamenti terapeutici prescritti o eseguiti, l'identificazione degli animali trattati ed i tempi di sospensione corrispondenti.”

Si parla, quindi, di "trattamenti terapeutici", che ricomprendono anche i mangimi medicati.

Continua la lettura su Suivet.it