Mangimi medicati e broda per suini Stampa
Mercoledì 31 Ottobre 2012 11:43

Mangimi medicati e broda per suini

di Andrea Setti

Ministero della Salute - Nota DGSAF 0017530-P-28/09/2012.
Oggetto: Mangimi medicati e broda per suini

Il ministero ha diramato nei giorni scorsi una nota, a firma del Capo Dipartimento, Dr. Marabelli, che vorrei commentare.

Nulla da dire sulla puntualizzazione che non è possibile, se non con l'apposita autorizzazione interministeriale, produrre mangimi medicati per autoconsumo presso le aziende zootecniche.

Nulla da dire sulla puntualizzazione che nell'allevamento suino la somministrazione del mangime medicato possa avvenire a secco o nel sistema di distribuzione della broda.

Nulla da dire, pure, sulla puntualizzazione che non è possibile accettare la proposta di voler inserire direttamente la premiscela nella produzione della broda.

Infatti, non si può produrre mangimi medicati "miscelando la componente medicamentosa, direttamente in vasca/cucina", in quanto le premiscele medicate (le premiscele medicate sono gli unici medicinali veterinari che si possono utilizzare per produrre alimenti medicamentosi) possono essere utilizzate solo per produrre mangimi medicati con miscelazione a secco in miscelatore (come da AIC).

Il richiamo al fatto che tale impiego non possa non tener conto delle caratteristiche fisico-chimiche della premiscela (solubilità in primis) è assolutamente condivisibile.

La seguente frase contiene un riferimento che può generare confusione ed una imprecisione: "...mentre per la medicazione di mangimi liquidi ed acqua, sono disponibili i medicinali veterinari prefabbricati, per il cui utilizzo non è necessaria l'autorizzazione interministeriale di cui sopra."

Mi spiego meglio.

Continua la lettura su suivet.it